IsoPsa : il nuovo marcatore per il carcinoma prostatico

Come tutti ormai sappiamo il PSA plasmatico non è un marcatore tumorale, ma ha assunto il ruolo di indice di salute prostatica. Possiamo quindi trovare un PSA elevato in presenza di una infiammazione o infezione  della prostata come del resto possiamo trovare un PSA basso magari in presenza di malattia neoplastica. Lo scopo della ricerca anche in campo diagnostico è

PSA plasmatico un enzima importante

PSA è l’acronimo di Antigene Prostatico Specifico, è un enzima proteolitico prodotto dalle cellule della ghiandola prostatica; questo normalmente è presente nella parte liquida del sangue, il plasma. Attraverso delle semplici analisi del sangue è possibile stabilire il livello di psa plasmatico Cos’è e a cosa serve L’enzima PSA, prima dell’eiaculazione, si trova nei dotti ghiandolari prostatici ad una concentrazione

Ipogonadismo ed andropausa, quali sono le migliori terapie quando cala il testosterone nell’uomo

Un interessantissimo lavoro che mi permetto di tradurre e riportare. La terapia con testosterone (T) ha suscitato un ampio entusiasmo da parte del pubblico e l’attenzione dei media a causa del suo ruolo potenziale nel declino della Testosteronemia correlato all’età negli uomini, comunemente noto come ipogonadismo a insorgenza tardiva (LOH), andropausa o sindrome da basso T. La concentrazione sierica di

HoLep trattamento laser della ipertrofia prostatica

Holep che sta per Holmio Laser Enucleation of the Prostate ovvero l’enucleazione con laser ad olmio della prostata, è un’alternativa moderna alla procedura standard di resezione transuretrale della prostata (TURP) per l’ostruzione del deflusso vescicale dovuta a BPH. Richiede un breve periodo di ospedalizzazione e una breve anesteisa. Un catetere (un tubo che drena la vescica) è anche necessario per 1-2

La prostatectomia laparoscopica robot-assistita o a cielo aperto per il tumore prostatico: chi vince?

A 24 mesi di follow-up, l’unico studio clinico randomizzato di fase 3 per confrontare direttamente gli esiti funzionali e oncologici tra la prostatectomia laparoscopica robot-assistita e la prostatectomia retropubica radicale aperta non mostra alcuna prova per un chiaro vantaggio di un approccio rispetto all’altro, affermano i ricercatori. Lo studio internazionale è stato condotto da Robert “Frank” Gardiner, MD, del Centro

Stabilizzazione dell’mRNA nell’urina per test diagnostici per il cancro alla prostata

Riporto i dati di un’azienda Americana nella speranza che a breve si possa usare anche nei nostri laboratori Introduzione L’antigene prostatico specifico o la gamma-seminoproteina è prodotto dalle cellule epiteliali della prostata ed è comunemente usato come indicatore della funzione prostatica. L’attuale test misura la proteina del PSA nel sangue ma una diagnosi accurata del cancro alla prostata usando questo

Limiti e pregi della Risonanza Magnetica Multiparametrica della prostata. Cosa fare quando negativa?

Riporto un importante lavoro tutto italiano. La risonanza magnetica multiparametrica (mpMRI) della prostata ha un’eccellente sensibilità nel rilevare un tumore della prostata clinicamente significativo (csPCa), tuttavia l’utilità della mpMRI negativa (nMRI) è meno utile. Obiettivo: valutare i risultati degli uomini con RMN e clinica in un follow-up dopo 7 anni di attività presso un centro di riferimento. Progettazione, impostazione e

Test MDX Select dell’RNA, nuovo marcatore tumorale della prostata

Alcuni anni fa sono stato uno dei primi urologi ad utilizzare il test urinario PCA3 in aggiunta al PSA plasmatico per la diagnosi di tumori della prostata. Devo riconoscere che malgrado gli entusiasmi iniziali tale metodica poi andò pian piano scemando per una non adeguata attendibilità e onestamente anche per i costi che sono sempre rimasti molto elevati. Dobbiamo però

Il plasma arricchito di piastrine (PRP) per il trattamento della disfunzione erettile

Il plasma arricchito di piastrine (PRP) viene preparato mediante centrifugazione del sangue del paziente per rimuovere i globuli rossi [1]. Il plasma ottenuto è ricco di piastrine che contengono vari fattori di crescita, come il fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF), il fattore di crescita trasformante (T GF) -b, IGF-l e VEGF. Quando le piastrine sono attivate, rilasciano questi