Spermatogenesi : l’origine e lo sviluppo delle cellule spermatiche all’interno degli organi riproduttivi maschili

La spermatogenesi è un processo “formativo-maturativo” che avviene nel tubulo seminifero del testicolo. I testicoli sono composti da numerosi tubuli sottili e strettamente arrotolati noti come i tubuli seminiferi; gli spermatozoi sono prodotti all’interno delle pareti dei tubuli. Qui si formano cellule altamente specializzate, gli spermatogoni, che si differenziano dalle altre cellule dell’organismo ( dette autosomiche ) per la avere

Le cellule di Sertoli e la spermatogenesi

È passato un secolo e mezzo da quando Enrico Sertoli ha pubblicato la scoperta seminale della “cellula infermiera” testicolare, non solo una cellula chiave del testicolo, ma anche una delle cellule più sorprendenti nel corpo dei vertebrati. In questa recensione, iniziamo esaminando le tre fasi della ricerca morfologica che si sono verificate nello studio delle cellule di Sertoli, poiché l’anatomia

Il resveratrolo ultimi orientamenti scientifici

Il resveratrolo attenua i cambiamenti metabolici, spermatici e testicolari nei ratti adulti alimentati con una dieta ricca di lipidi e carboidrati semplici Riporto una sintesi di un interessantissimo lavoro scientifico che ci aggiorna sugli ultimi orientamenti Le diete ad alto contenuto di grassi influenzano la riproduzione maschile e la funzione sessuale. Pertanto, abbiamo valutato gli effetti della somministrazione prolungata di

Curare la disfunzione erettile con le cellule staminali, oggi si può

Riporto un interessante lavoro tratto dalla rivista Europea di sessuologia ESSMToday. La terapia con cellule staminali è stata utilizzata negli ultimi due decenni ed è attualmente utilizzata per il trattamento di molte patologie, tra cui malattie maligne, ematologiche, cardiovascolari, neurologiche e immunologiche. Recentemente, grande attenzione è stata rivolta a questa forma di terapia nel campo della medicina sessuale,  in quanto

Epididimo, maturazione degli spermatozoi, spermiogenesi e contraccezione maschile

Riporto una sintesi di un interessantissimo lavoro scientifico che ci spiega a cosa serve l’epididimo ed eventuali approcci medici per la contraccezione maschile.   Oggi è disponibile un vasto arsenale di metodi contraccettivi che interferiscono a diversi livelli dell’asse riproduttivo femminile. Questo non è il caso degli uomini per i quali, fino ad ora, non esiste un metodo reversibile maschile

Fumare la marijuana danneggia la fertilità dell’uomo

Riporto un importante studio tratto dalla rivista European Urology: “Adverse Effects of Cannabis on Male Reproduction” (Effetti avversi della cannabis sulla riproduzione maschile) – Raul I. Clavijo – Department of Urology, University of California, Davis, Sacramento, CA, USA. La cannabis è la droga più utilizzata al mondo, con una prevalenza annuale stimata del 3,8% della popolazione adulta. Nelle Americhe, ad

Epigenetica e fertilità Ovvero come l’ambiente modifica la nostra fertilità

La spermatogenesi coinvolge l’azione aggregata di 2300 geni, ognuno dei quali potrebbe potenzialmente fornire obiettivi per test diagnostici dell’infertilità maschile. Contrariamente all’ipotesi della variante comune precedentemente proposta per le malattie comuni come l’infertilità maschile, gli studi di associazione genome-wide e il sequenziamento del gene mirato in coorti di uomini infertili hanno identificato solo alcuni polimorfismi genici associati alla sterilità maschile.

Azoospermia secretiva, non ostruttiva. TESE o microTese , qual’è la tecnica migliore?

Un bell’articolo che prova a documentare e dimostrare scientificamente se esiste una reale differenza tra TESE e microTESE nella azoospermia secretiva. In contrasto con l’azoospermia ostruttiva in cui vi è un’ostruzione nel sistema duttale, l’azoospermia non ostruttiva (NOA) è caratterizzata da una completa assenza di spermatozoi nel seme a causa di spermatogenesi minima o nulla. Possibili eziologie sono disordini genetici

Recettori per gli androgeni, Ipogonadismo e cancro della prostata

Il recettore degli androgeni (AR) e la via di segnalazione degli androgeni-AR svolgono un ruolo significativo nella differenziazione sessuale maschile e lo sviluppo e la funzione degli organi riproduttivi e non riproduttivi maschili. A causa dei ruoli ampiamente vari e importanti dell’AR, le sue anormalità sono state identificate in varie malattie come la sindrome da insensibilità agli androgeni, l’atrofia muscolare

Sindrome di Kallmann – Ipogonadismo ipogonadotropo

La sindrome di Kallmann è una sindrome rara caratterizzata dalla presenza di ipogonadismo ipogonadotropo e anosmia. In pratica incapacità a sentire gli odori e la presenza di gonadi ( testicoli o ovie nella donna) poco sviluppati per ridotto stimolo gonadotropinico. La sindrome è rara e colpisce un uomo su 10.000 In qualità di andrologo mi è capitato di visitare qualche