Mi arrivano spesso e-mail o domande sui social di persone che hanno eseguito un ecografia testicolare, spesso a causa di dolori di origine sconosciuta, e ai quali in sede di ecografia viene diagnosticata la presenza di uno scrotolita.

I pazienti allora mi scrivono per avere delucidazioni su cosa intenda questo termine e se è una malattia pericolosa.

Lo scrotolita non è altro che una calcificazione libera, potremmo identificarlo come un piccolo calcolo, libero di muoversi, contenuta nelle tuniche che rivestono il testicolo stesso.

Alla palpazione da la sensazione  di una piccolissima formazione dura della grandezza spesso di una lenticchia che tende a muoversi liberamente.

Non è assolutamente pericoloso, non deve essere operato, spesso origina da piccoli processi infiammatori come la maggior parte delle calcificazioni del nostro corpo.

In ogni caso ogni qualvolta si avvertono masse più o meno mobili a carico del testicolo è obbligatorio e giustissimo eseguire visita andrologica ed ecografia testicolare.

 

Dott. Andrea Militello
Medico specializzato in Urologia e Andrologia. Ecografista ed esperto in fisiopatologia della riproduzione umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *