Tra la vasta gamma di trattamenti per la disfunzione erettile (DE), come pillole, iniezioni e protesi peniene, uno dei trattamenti più sicuri e non invasivi è il VED che sta per vacuum erection device. Tale terapia  è anche l’unico trattamento naturale, senza farmaci per la disfunzione erettile, dimostrato per oltre il 90 percento efficace. La terapia VED funziona anche per i pazienti diabetici e ipertesi e non è associata ad effetti collaterali che si verificano con i farmaci orali.

Benefici della terapia VED

  • Nessun intervento chirurgico
  • Senza farmaci
  • Nessun effetto collaterale serio
  • Facile da imparare e facile da usare
  • Soddisfazione a lungo termine
  • Conserva tutte le altre opzioni di trattamento ED
  • Funziona come trattamento autonomo o in combinazione con altri trattamenti

Per gli uomini che hanno subito un intervento chirurgico per cancro alla prostata, gli urologi possono suggerire l’uso della terapia con vacuum device per l’erezione per migliorare la salute del pene e ripristinare un adeguato flusso sanguigno ai tessuti del pene.

Perché gli uomini scelgono la terapia VED

Molti uomini scelgono la terapia VED perché assumono farmaci per la pressione sanguigna o nitrati, che possono essere controindicati con i principali inibitori della PDE5 (Viagra, Cialis, ecc.). Altri hanno scelto la terapia VED perché i farmaci orali sono inefficaci dopo un intervento chirurgico alla prostata, poiché le terminazioni nervose alla prostata sono danneggiate o in stato di shock. Alcune persone usano dispositivi per l’erezione del vuoto in combinazione con farmaci orali (Viagra, Cialis, ecc.) Per migliorare l’efficacia di tali farmaci.

I dispositivi vacuum device sono popolari perché hanno un alto tasso di successo. I farmaci orali sono efficaci dal 60 al 70% del tempo in cui non è presente alcun danno ai nervi. Le iniezioni di caverject hanno una percentuale di successo del 75%, ma possono essere dolorose ed è difficile determinare i livelli di dosaggio. La terapia VED, d’altra parte, ha una percentuale di successo superiore al 90%.

La terapia a vuoto è una soluzione non invasiva. Le iniezioni possono causare fibrosi o accumulo di tessuto cicatriziale che può causare curvatura o flessione del pene.

La terapia a vuoto può essere utilizzata come esercizio per prevenire l’atrofia (restringimento muscolare) nel pene. Gli uomini hanno tipicamente da tre a cinque erezioni notturne (notturne) durante il sonno. Se una persona ha DE, queste erezioni naturali non si verificano. Ciò può provocare il restringimento del pene sia in lunghezza che in circonferenza. L’uso della terapia del vuoto allunga il pene, che a sua volta migliora il flusso sanguigno arterioso al pene per aiutare a mantenere la lunghezza e le dimensioni.

Ci sono alcuni rischi per la terapia del vuoto. Alcuni di questi rischi includono: dolore potenziale, lividi, intorpidimento o sensazione di freddo nel pene.

Chi dovrebbe prendere in considerazione la terapia VED

I dispositivi per il montaggio del vuoto sono sicuri e possono essere utilizzati da pazienti con DE causati da molte condizioni, tra cui:

  • Problemi psicologici come ansia o depressione
  • Ridotto flusso di sangue al pene
  • Diabete
  • Chirurgia per il cancro della prostata o del colon

Nota: i dispositivi per l’erezione del vuoto non devono essere utilizzati da uomini che potrebbero avere un disturbo della coagulazione, un disturbo che li predispone a una condizione chiamata priapismo (un’erezione prolungata, talvolta dolorosa, della durata di diverse ore). Gli esempi includono anemia falciforme, alcune forme di leucemia e altre condizioni del sangue.

Terapia VED dopo l’intervento chirurgico alla prostata

Alcune procedure mediche, come le prostatectomie radicali, possono causare impotenza temporanea a causa di danni ai nervi. Circa il 40-85% dei pazienti ha riferito ED per un massimo di 18 mesi dopo l’intervento.

Per aiutare a gestire l’ED in seguito a un intervento chirurgico alla prostata, la Conferenza annuale delle associazioni urologiche americane del 2007 ha pubblicato le loro raccomandazioni per l’uso di dispositivi di terapia del vuoto nella riabilitazione post-operatoria per gli uomini sottoposti a chirurgia della prostata. L’uso di sistemi vacuum device per ottenere erezioni diverse volte al giorno e diverse volte alla settimana (consultare il medico per i dettagli sulla terapia raccomandata) simula le erezioni notturne spontanee (notturne) che non si verificano più a causa di traumi ai nervi e alla regione della prostata. Le erezioni notturne spontanee sono il modo naturale per mantenere il flusso di sangue ossigenato verso il pene, mantenendo così la salute generale del pene.

Gli studi mostrano diminuzione dell’atrofia (restringimento muscolare) del pene, diminuzione dei tempi di recupero e aumento delle erezioni con l’uso di dispositivi per l’erezione del vuoto. Nota alcuni medici prescriveranno una combinazione di entrambi i farmaci orali e la terapia VED dopo l’intervento chirurgico alla prostata.

Restringimento del pene

Oltre all’ED dopo un intervento chirurgico alla prostata, uno degli effetti collaterali più imbarazzanti della prostatectomia è il restringimento del pene, sia in termini di circonferenza che di lunghezza. La contrazione del pene è comune tra gli uomini che hanno subito un intervento chirurgico alla prostata e tendono a peggiorare nel tempo. Tuttavia, è stato dimostrato che la terapia VED aiuta i pazienti a mantenere le dimensioni del pene preoperatorie.

In uno studio clinico, il 63% dei pazienti che non ha utilizzato un dispositivo di erezione del vuoto dopo una prostatectomia ha sofferto di restringimento del pene e contrazione in solo il 23% dei pazienti che usavano abitualmente un dispositivo di erezione sottovuoto. Altri studi clinici hanno riportato la funzione sessuale precoce, la conservazione della lunghezza del pene e alti tassi di soddisfazione tra gli uomini che usavano abitualmente un dispositivo di erezione sotto vuoto dopo un intervento chirurgico alla prostata.

Bibliografia

Dalkin BL et al. Preservation of penile length after radical prostatectomy: early intervention with a vacuum erection device. International Journal of Impotence Research 2007 Sep-Oct; 19(5): 501-4

Kohler TS et al. A pilot study on the early use of the vacuum erection device after radical retropubic prostatectomy. BJU International 2007 Oct; 100(4): 858-62

Raina R et al. Early use of vacuum constriction device following radical prostatectomy facilitates early sexual activity and potentially earlier return of erectile function. International Journal of Impotence Research 2006 Jan-Feb; 18(1): 77-81

Dai un voto a questo articolo se lo hai trovato utile

Terapia VED vacuum erection device Voto medio : ★★★★★ 5 basato su 10 voti
5 1

 

Nome
Email
Voto
Dott. Andrea Militello
Medico specializzato in Urologia e Andrologia. Ecografista ed esperto in fisiopatologia della riproduzione umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *