La morfologia dello sperma umano è stata descritta come un parametro essenziale per la diagnosi di infertilità maschile e un indicatore prognostico di gravidanze naturali o assistite.

Tuttavia, la valutazione morfologica standard rimane un’analisi soggettiva e il suo impatto sull’iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI) è anch’esso di valore limitato.

L’obiettivo di questo studio prospettico di coorte era di indagare se l’esame morfologico degli spermatozoi mobili (MSOME) può migliorare l’analisi dello sperma definendo meglio l’infertilità maschile e fornendo una prognosi migliore per ICSI fino a un anno dopo.

I dati sono stati ottenuti da 483 pazienti sottoposti a analisi sperma convenzionale da giugno 2015 a giugno 2017 in un centro di fecondazione assistita in vitro (IVF). La correlazione di MSOME con parametri seminali è stata valutata. Centotrenta pazienti sono stati sottoposti a ICSI fino a un anno dopo e la correlazione tra i risultati di MSOME e ICSI è stata stabilita.

Ad eccezione del volume, tutti i parametri seminali sono stati correlati positivamente con MSOME I + II. MSOME era anche distinto tra i gruppi di classificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), con normozoospermico e oligoastenototatozoospermico che presentavano rispettivamente la percentuale più alta e più bassa di MSOME I + II. MSOME I + II era prognostico per tasso di fertilizzazione, tasso di embrioni di stadio di clivaggio di alta qualità e tasso di blastocisti.

Il valore limite di normalità basato sul tasso di blastocisti era MSOME I + II≥ 5,5%. MSOME potrebbe essere uno strumento utile per la diagnosi della gravità dell’infertilità in quanto correlato con morfologia, motilità e concentrazione dello sperma. Gli uomini che avevano MSOME I + II superiore avevano migliori risultati ICSI.

L’uso futuro di MSOME come metodo di routine per l’analisi dello sperma può essere una forma affidabile di valutazione dell’infertilità maschile.

Fonte:

Sperm morphological normality under high magnification is correlated to male infertility and predicts embryo development

B. F. Zanetti  D. P. A. F. Braga  R. R. Provenza  R. C. S. Figueira  A. Iaconelli Jr.  E. Borges Jr.

First published: 18 February 2018 https://doi.org/10.1111/andr.12473

Dott. Andrea Militello
Medico specializzato in Urologia e Andrologia. Ecografista ed esperto in fisiopatologia della riproduzione umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *