Nella sua attività quotidiana l’andrologo si confronta con pazienti affetti da disfunzione erettile su base vascolare od ormonale e spesso, terminato il percorso diagnostico vi è la necessità di introdurre terapia medica con inibitori delle fosfodiesterasi (PDE5I) e,  nelle forme di origine ormonale, terapia testosteronica .

Tuttavia, pochi studi clinici hanno valutato l’efficacia della terapia di combinazione sia con la sostituzione del testosterone sia con i PDE5I in terapia cronica.

Lo scopo dello studio che riporto in bibliografia  era di valutare efficacia e sicurezza del trattamento combinato e, nello stesso tempo, trovare la giusta formula posologica.

Sono stati arruolati 60 pazienti affetti da Disfunzione Erettile e divisi in due gruppi.

Nei due gruppi è stato somministrato testosterone undecanoato 1000 mg al giorno uno e alla sesta e diciottesima settimana. Un gruppo ha ricevuto tadalafil on –demand,  l’altro gruppo è stato trattato con tadalafil 5 mg quotidiano.

Sono stati eseguiti test sierologici e sono stati somministrati ai pazienti l’Indice Internazionale di Funzione Erectile (IIEF), i questionari di Aging Males ‘Symptoms (AMS) e Global Assessment Question (GAQ).

CONCLUSIONI:

La combinazione di TU iniettabile a lunga durata d’azione e di tadalafil 5 mg una volta al giorno ha prodotto un miglioramento significativo della funzione erettile. Inoltre, il miglioramento della funzione erettile era ben mantenuto, anche dopo la cessazione del trattamento, e quest’ultimo punto mi sembra veramente un dato molto interessante e confortante.

Bibliografia :

J Sex Med. 2015 Apr;12(4):966-74. doi: 10.1111/jsm.12842. Epub 2015 Feb 4.

The efficacy of combination treatment with injectable testosterone undecanoate and daily tadalafil for erectile dysfunction with testosterone deficiency syndrome.

Park MG1, Yeo JK, Cho DY, Kim JW, Kim JW, Oh MM, Kim JJ, Moon du G.

Medico specializzato in Urologia e Andrologia. Ecografista ed esperto in fisiopatologia della riproduzione umana.

6 commenti su “Novità nella cura della disfunzione erettile

  1. ARTICOLO VERAMENTE INTERESSANTE CHE FA SPERARE IN UN FUTURO PROSSIMO AD UNA RISOLUZIONE PIU’ INCISIVA DELLA D.E .
    CIAO ANDREA E COMPLIMENTI X I TUOI STUDI VERAMENTE PREGNANTI ED INNOVATIVI IN CAMPO UROLOGICO.

    DOMENICO SCULCO MEDICO DI FAMIGLIA IN KR

    1. Ciao Domenico, grazie per le belle parole che mi riempiono di orgoglio. Speriamo che nel tempo si trovi la chiave di lettura di questa insidiosa patologia. Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *