Riporto uno studio interessante. Il plasma ricco di piastrine autologo (PRP) viene utilizzato sempre più in una varietà di situazioni. Iniezioni di PRP sono state usate per decenni per migliorare l’angiogenesi e la guarigione delle ferite. Sono stati anche usate commercialmente in urologia con pochi o nessun dato sulla sicurezza o efficacia.

Il PRP potrebbe teoricamente migliorare molteplici condizioni androloggiche urologiche, come la disfunzione erettile (DE), la malattia di Peyronie (PD) e l’incontinenza urinaria da stress (SUI).

Una preoccupazione per il PRP, tuttavia, è il washout precoce, una situazione potenzialmente evitata dalla conversione in matrice di fibrina ricca di piastrine (PRFM).

Prima che le prove cliniche possano essere eseguite, è auspicabile un’analisi di sicurezza. Abbiamo esaminato una serie iniziale di pazienti che ricevevano PRFM per patologia urologica per valutare la sicurezza e la fattibilità.

MATERIALI E METODI:

I dati sono stati esaminati per i pazienti trattati con PRFM da novembre 2012 a luglio 2017.
I pazienti sono stati osservati immediatamente dopo l’iniezione e al follow-up per complicazioni e tollerabilità.
Ove applicabile, i punteggi dell’Indice Internazionale della Funzione Erettile (IIEF-5) sono stati rivisti prima e dopo le iniezioni per ED e / o PD. I dati di utilizzo del pannello sono stati raccolti pre / post iniezione per SUI.

RISULTATI:

Sono stati identificati diciassette pazienti con una media di 2,1 iniezioni per paziente.
Eventi avversi minori post-procedurali sono stati osservati in 3 uomini, consistenti in dolore lieve al sito di iniezione e lievi lividi penieni.
Nessun paziente ha avuto complicazioni al follow-up.
Non è stato osservato alcun declino negli uomini che hanno completato le valutazioni pre / post IIEF-5.

CONCLUSIONI:

Il PRFM sembra essere una modalità di trattamento sicura e fattibile in pazienti con malattia andrologica. Ulteriori studi controllati con placebo sono garantiti.

Dott. Andrea Militello
Medico specializzato in Urologia e Andrologia. Ecografista ed esperto in fisiopatologia della riproduzione umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *