Sono sempre di più gli uomini che, anche giovani, sono insoddisfatti delle misure del proprio pene. La cosiddetta “Sindrome da spogliatoio”  è quella che porta l’uomo in visita da un specialista in urologia o andrologia ovvero dall’urologo o andrologo. Ci sono uomini che cercano soluzioni per l’ingrossamento del pene in lunghezza o l’allargamento del pene.

I dati in Italia ci indicano che circa il 15% dei maschi tra i 25 e i 55 anni fa una prima visita andrologica per questo motivo.

Maschi tra i 25 e i 55 anni

Allargamento del pene - Ingrossamento del pene

Tecniche Inefficaci di ingrossamento e allargamento del pene

Fino ad oggi sono state usate metodiche di ingrossamento del pene quali:
– il grasso centrifugato, prelevato dal paziente stesso;
– la matrice di derma trattata chimicamente;
– infiltrazioni con silicone.

Tali tecniche, di ingrossamento del pene o ingrandimento del pene ,  si sono rivelate inefficaci e portatrici di enormi danni estetici ed effetti collaterali gravi come il blocco del pene.

Nuova tecnica di allargamento del Pene : i dati della sperimentazione

Oggi grazie ad una tecnica pionieristica messa a punto da due chirurghi, uno italiano, il Dott. Prof. Antonini, e l’altro americano, il Dott. Paul Perito, è possibile allargare il pene in maniera sicura e duratura grazie all’uso di acido ialuronico cross linkato (o reticolato).

I dati preliminari della sperimentazione furono presentati a Las Vegas all’Aesthetic Show 2015: i 1500 pazienti (tra 28 e 55 anni) trattati nei 3 anni precedenti hanno dimostrano un aumento della circonferenza del pene da 4 a 8 centimetri, fino a 10 cm in casi selezionati.

Il 90% dei pazienti si è detto soddisfatto e non vedeva a 20 mesi un riassorbimento del materiale iniettato, il 10% desiderava un refill; ma era comunque soddisfatto.

La procedura di allargamento del pene

La procedura è ambulatoriale, mininvasiva e facilmente ripetible, della durata di circa 15 minuti, con nessun effetto collaterale.

In collaborazione con il Dott. Gabriele Antonini, urologo-andrologo Ricercatore della Sapienza Università di Roma, e il co-autore della tecnica, Prof. Paul Perito, chirurgo americano del Coral Gables Hospital (Florida), è oggi possibile, anche in Italia, effettuare l’ingrossamento del pene.

Tale tecnica si basa sull’uso dell’acido ialuronico cross linkato. Vengono eseguite microinfiltrazioni a regime ambulatoriale che assicurano una distribuzione omogenea senza inestetismi e o deformità.

L’acido ialuronico cross linkato è idrofilico e bioelastico ed è in grado di favorire l’espansione naturale dei tessuti e questo permette un’allargamento della cute un aumento di volume.

E’ anche molto stabile e duraturo fino a 24 mesi.

Nessun Rischio e Nessuna Reazione Allergica

I rischi di tale tecnica sono praticamente assenti perché già fisiologicamente, all’interno della cute, abbiamo  la presenza di acido ialuronico.

Il pene appare perfettamente naturale, morbido con una distribuzione omogenea dell’acido ialuronico senza inestetismi o deformità.

Ingrossamento del pene spiegato in una videointervista

Medico specializzato in Urologia e Andrologia. Ecografista ed esperto in fisiopatologia della riproduzione umana.

6 commenti su “Allargamento del pene : nuova metodica per l’ingrossamento del pene

    1. Grazie per l’interessamento .

      La nostra tecnica di allargamento della circonferenza del pene, nasce dopo una lunga collaborazione con gli Stati Uniti. È già da diversi mesi disponibile in Italia, dove ha incontrato la piena soddisfazione dei nostri pazienti.

      L’aspetto che, più di tutti, teniamo a sottolineare, è che la nostra procedura di allargamento della circonferenza del pene attraverso specifiche infiltrazioni di acido ialuronico reticolato (procedura ambulatoriale della durata totale di circa 15 minuti), NON HA ALCUN EFFETTO COLLATERALE di nessun tipo (assenza di granulomi, di raccolte o altro). Non vi è alcun dolore durante la procedura, anche perché una piccola dose di anestetico applicata sulla base del pene, impedisce di avere qualsiasi fastidio.

      Dopo la procedura lei ritorna a tutte le sue normalissime attività quotidiane. Il rapporto sessuale può essere ripreso dopo una settimana, per permettere all’acido ialuronico di aggrapparsi in maniera uniforme così come lo abbiamo infuso, senza che sollecitazioni e spinte con ingresso in vagina, lo spostino.

      La nostra esperienza ed il nostro impegno, ci ha permesso di poter affermare che risultato che si ottiene non solo è reale e visibile, ma incontra davvero grande soddisfazione da parte dei nostri pazienti, e si mantiene per tempi relativamente lunghi (circa 20 mesi), prima che inizi un naturale processo di riassorbimento, che è possibile recuperare con un refill, attraverso lo stesso procedimento. D’altronde il riassorbimento omogeneo ed in un tempo relativamente lungo, oltre ad essere indice di soddisfazione da parte dei pazienti, va letto anche come testimonianza della naturalezza e della bontà dell’acido ialuronico infuso, e quindi della totale assenza di effetti collaterali dannosi (temporanei e/o permanenti), di qualsiasi tipo.

        1. La nostra tecnica di allargamento della circonferenza del pene, nasce dopo una lunga collaborazione con gli Stati Uniti. È già da diversi mesi disponibile in Italia, dove ha incontrato la piena soddisfazione dei nostri pazienti.

          L’aspetto che, più di tutti, teniamo a sottolineare, è che la nostra procedura di allargamento della circonferenza del pene attraverso specifiche infiltrazioni di acido ialuronico reticolato (procedura ambulatoriale della durata totale di circa 15 minuti), NON HA ALCUN EFFETTO COLLATERALE di nessun tipo (assenza di granulomi, di raccolte o altro). Non vi è alcun dolore durante la procedura, anche perché una piccola dose di anestetico applicata sulla base del pene, impedisce di avere qualsiasi fastidio.

          Dopo la procedura lei ritorna a tutte le sue normalissime attività quotidiane. Il rapporto sessuale può essere ripreso dopo una settimana, per permettere all’acido ialuronico di aggrapparsi in maniera uniforme così come lo abbiamo infuso, senza che sollecitazioni e spinte con ingresso in vagina, lo spostino.

          La nostra esperienza ed il nostro impegno, ci ha permesso di poter affermare che risultato che si ottiene non solo è reale e visibile, ma incontra davvero grande soddisfazione da parte dei nostri pazienti, e si mantiene per tempi relativamente lunghi (circa 20 mesi), prima che inizi un naturale processo di riassorbimento, che è possibile recuperare con un refill, attraverso lo stesso procedimento. D’altronde il riassorbimento omogeneo ed in un tempo relativamente lungo, oltre ad essere indice di soddisfazione da parte dei pazienti, va letto anche come testimonianza della naturalezza e della bontà dell’acido ialuronico infuso, e quindi della totale assenza di effetti collaterali dannosi (temporanei e/o permanenti), di qualsiasi tipo.

  1. Buonasera dottore, sarei interessato ad avere ulteriori notizie su questa nuova tecnica e se possibile capire costi e condizioni grazie.

    1. Salve e grazie per la fiducia ho già risposto nel post precedente con qualche dettaglio aggiuntivo per quanto riguarda i costi dobbiamo paragonarlo alle cure odontoiatriche. Il costo di un trattamento completo ha la tariffa simile alll’innesto di un nuovo impianto dentario Parliamo di una cifra che si aggira intorno ai €2000 comprensivo del materiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *